Porte tagliafuoco: dall'omologazione alla marcatura CE

Porte tagliafuoco: dall'omologazione alla marcatura CE

Su Antincendio n.10/2019, Eros Chemolli ci parla del passaggio dal regime nazionale a quello europeo per l’omologazione delle porte tagliafuoco, un passaggio incipiente grazie alla norma EN 16034che va applicata in congiunzione con le norme UNI EN 14351-1 per le porte esterne e la norma UNI EN 14351-2 sulle porte pedonali interne resistenti al fuoco e/o per il controllo del fumo.
La parte 1 è già passata in gazzetta ufficiale europea mentre per la parte 2 si è ancora in attesa e non sarà possibile marcare CE porte tagliafuoco interne sino alla data di inizio validità che sarà indicata quando passerà in gazzetta ufficiale, a meno che non lo si faccia volontariamente tramite un ETA/EAD (già esistente per porte in metallo).

L’articolo completo è disponibile per abbonati alla rivista Antincendio! (*)

L’Atto di omologazione e la documentazione collegata

Siamo abituati alle porte omologate, ma spesso vedo che la documentazione fornita non è completa. Ripassiamo quindi insieme cosa debba essere fornito dai produttori secondo il regime nazionale.
Con il regime di omologazione nazionale si determina una famiglia di prodotti sulla base di una singola prova di laboratorio, a cui si aggiungono alcune prove aggiuntive come l’acustica o come la tenuta ai fumi.

Tenuta ai fumi

È una caratteristica che sempre più troviamo e troveremo, per fortuna, perché si muore più soffocati che arsi vivi! Diffondere importanti presidi quali le porte a tenuta di fumi significa agevolare e preservare l’esodo e quindi salvare più vite di prima in caso di eventi nefasti. Allo stato, in regime di omologazione, il produttore dovrà fornire tutto il pacchetto di informazioni necessari ed obbligatorio per la resistenza al fuoco e, a corredo attestare la tenuta ai fumi tramite la semplice fornitura del rapporto di classificazione della prova di tenuta al fumo…

Conosci la rivista Antincendio?

Dal 1949 il punto di riferimento per Responsabili antincendio in azienda, progettisti, consulenti e Vigili del fuoco.Progettazione antincendio, fire safety engineering, gestione della sicurezza e sistemi di esodo, manutenzione degli impianti, novità normative e tutte le risposte ai tuoi dubbi di prevenzione incendi.

Scopri la rivista Antincendio e Abbonati!

Compila il seguente modulo, e invialo via fax (F: 06/33111043)

La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP “Edicola” di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS).
Source: INSIC

Comments for this post are closed.